L’architetto Gino Coppede progettò questo quartiere negli anni Venti. E’un quartiere molto particolare dove fanno capolino diversi stili: Liberty, Déco, Barocco italiano, che mescolati tra loro producono un effetto sorprendente.

Il passante è sorpreso e si sente in una Roma fuori dal tempo. La fontana delle rane, il grande arco con mascherone che unisce due palazzi e vi introduce nel quartiere, la villetta delle fate, varie decorazioni, mosaici, affreschi e sculture quelli circostanti sono ben noti ai registi.

Cinema, fiction e pubblicità hanno spesso utilizzato il quartiere come sfondo.